eventi e news > EVENTI > L’ALLEANZA DEI MUSEI DEL VINO DI PIEMONTE E TOSCANA

L’ALLEANZA DEI MUSEI DEL VINO DI PIEMONTE E TOSCANA

GUARDA TUTTE LE FOTO

04.06.2017

Il sindaco di Barolo e membro del Consiglio di amministrazione della Barolo & Castles Foundation, Renata Bianco, e il presidente dell’Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero, Luigi Barbero, hanno presenziato lo scorso weekend all’inaugurazione della World Wine Town di Bolgheri e della Costa Toscana (il nuovo museo  dedicato al vino, per certi aspetti molto affine agli allestimenti del WiMu), nella nota frazione di Castagneto Carducci, provincia di Livorno, terra dei Bolgheri Doc. 

Anche a Bolgheri si è pensato a un museo sensoriale e multimediale di riferimento al territorio, con filmati ed effetti speciali e una parte dedicata alle degustazioni. La firma è quella di Dante Ferretti, celebre scenografo italiano conosciuto a livello internazionale, tre volte Premio Oscar per la scenografia, che ha tagliato il nastro insieme con l’imprenditore-designer Franco Malenotti e Gaddo Della Gherardesca. “La visita al MuSeM è un percorso dove si possono vivere grandi emozioni, con pieno coinvolgimento dei cinque sensi, che ne fanno un’esperienza indimenticabile” scrivono nella presentazione della World Wine Town. 

Ed è stato proprio il comitato promotore del museo toscano a invitare una rappresentanza del WiMu di Barolo e del comparto turistico di Langhe e Roero per la cerimonia di inaugurazione. “I nostri complimenti vanno prima di tutto alla bella iniziativa intrapresa da soggetti privati che vogliono fare sistema e mettere al servizio del territorio, con un significativo investimento, una nuova attrattiva turistica – dice il sindaco Renata Bianco –. Ringraziamo per l’invito e per l’accoglienza che ci è stata riservata: abbiamo potuto constatare quanta considerazione ci sia nei confronti delle nostre colline di Langhe e Roero e del lavoro fatto in questi anni sia dal pubblico che dal privato. In un certo senso, dopo essere stati in visita da noi, hanno voluto seguire parte del nostro esempio. Ci sarà modo di collaborare in futuro perché effettivamente lo sviluppo turistico non deve essere soltanto legato alla geografia di una regione o di un’area, ma anche rispetto alla tipologia e ai contenuti, nel nostro caso, al mondo vinicolo”. 

Aggiunge il presidente Luigi Barbero: “Si sono poste le basi per un lavoro comune fra eccellenze turistiche di livello internazionale e per una promozione congiunta dei nostri territori che, rispetto al vino e al paesaggio, presentano molte affinità. A Bolgheri è stato fatto un ottimo intervento di valorizzazione, in particolare coinvolgendo i Consorzi e le associazioni locali, per offrire un’esperienza di turismo che privilegia la cultura, la storia e l’enogastronomia. Tasselli su cui da tempo le colline di Langhe e Roero sono riuscite a costruire un’immagine di meta turistica di livello mondiale, consacrate dal riconoscimento Unesco che proprio in questi giorni compie tre anni”.

 

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Scoprire il Barolo in tutte le sue declinazioni