Stai navigando con un browser obsoleto. Clicca qui e aggiorna il tuo browser per avere una migliore esperienza di navigazione.

Visitare il WiMu

Domande frequenti

FAQ - Domande frequenti WiMu Barolo
Dubbi? Domande? Perplessità?

Ecco le risposte che cercate.

Biglietti e info

Orari

Fino all’8 marzo
aperto sabato e domenica 

10.30 – 18.00
ultimo ingresso
alle 17:00

Contatti

Tel. +39 0173 386697

Email: [email protected]

Domande frequenti

  • Un viaggio nel mondo del vino, prodotto – e produttore – di cultura. Un percorso fra allestimenti multimediali e interattivi e scenografie sorprendenti.

  • Come la natura contribuisce alla creazione di un vino. Lo stretto legame del vino con l’uomo, dalla preistoria ad oggi. Il vino nelle arti. La storia del barolo.

  • Sì. In cinque dei suoi sei piani.

  • No. L’intero edificio è stato completamente ristrutturato sul finire dell’Ottocento per ospitare – in ossequio alla volontà dell’ultima proprietaria, la marchesa Giulia di Barolo – un Collegio destinato ai ragazzi del territorio. Gli allestimenti moderni insistono quindi su ambienti che, dalla chiusura del Collegio, erano completamente privi di arredi e utilizzati saltuariamente per mostre e attività culturali. L’unico piano non coinvolto dalla rifunzionalizzazione ottocentesca è il piano nobile, che ha conservato l’impianto e gli arredi dell’epoca. Qui gli arredi originali – mantenuti – sono affiancati dagli allestimenti moderni del WiMu.

  • Sì. Il percorso di visita include il piano nobile con gli arredi ottocenteschi. Vi abitavano i marchesi di Barolo, Carlo Tancredi e Giulia, quando venivano al castello.

  • François Confino, geniale autore di mostre e musei in tutto il mondo.

  • • Si visita in modo autonomo. Pannelli introduttivi presentano le sale.
    • Se si desiderano approfondimenti si può noleggiare l’audioguida.
    • Nei weekend sono talora previste visite guidate: info e orari in biglietteria.

È adatto...

Si può...